MENU
La posta di Lady Eva - www.mockupmagazine.it

La posta di Lady Eva (settimana dal 12 al...

La posta di Lady Eva - www.mockupmagazine.it

6 settembre 2017 Comments (0) Views: 334 La posta di Lady Eva

La Posta di Lady Eva (settimana 5-10 settembre 2017)

La posta di Lady Eva - www.mockupmagazine.it
Questo angolo è dedicato alle anime semplici, alla casalinghe dubbiose, agli amanti delle cose belle, alle milf innamorate, agli eterni stagisti solitari, ai single che, arrivati a cinquant’anni, sperano ancora di trovare l’anima gemella; ai precari in cerca di stabilità. Tanti secoli fa le famose Sibille servivano con le loro risposte a risolvere i problemi dei dubbiosi. I nuovi sacrari, i nuovi templi dai quali si distribuiscono consigli e risposte sono i blog e i siti web.
Lady Eva è una reticente socialite che risponde alle vostre domande o ai vostri dubbi sulla vita quotidiana, l’amore, il bon ton e alcuni aspetti controversi del vivere civile. Si ispira immeritatamente a una Lady Eva alla quale Franca Valeri tempo fa ha dato il suo volto.
Se volete confidarvi con Lady Eva, potete scrivere all’indirizzo e-mail ladyeva@mockupmagazine.it

 

Un coming out piuttosto tribolato

Amatissimo Paolo,

ho letto le tue ragioni e le tue preoccupazioni dal terrazzo della mia villa a Cap d’Antibes. Nessuno vuole costringerti a fare coming-out, anche perché sono situazioni che coinvolgono famiglie, amici e spesso anche fidanzate (non si sa se ignare o meno. Lo dico senza ironia perché sono cose serie), ma se su Instagram (uno a caso, potrebbe anche essere Pinterest o su qualche altro social) segui account come “Mandrilli del Sud”, “PornoMario” e “Cock ‘O Drill”, e metti mi piace solo a scroti, testicoli e sederi (chiedono venia per le citazioni anatomiche), viene difficile credere che l’hashtag #inlovewithmariuccia non sia solo una pluriannuale velatura. Sii te stesso e prendi il mondo (e la tua vita) in mano. Ricordati: #lovewins

La tua Lady Eva


 Le piccole risposte…

Indovina chi viene a cena?
Cara Lina, non mi scandalizzerei del fatto che tua figlia “porti a casa” un ragazzo originario del Maghreb, in special modo se non porta i risvolti al pantalone skinny, ma perdonami mia cara: dalla foto che mi hai inviato si vede l’arredamento del tuo salotto, il quale mostra senza dubbio un lampadario totally horrid!
Fai un favore a te stessa: meno razzismo e più Architectural Digest (se lo sanno in Maghreb, i tuoi futuri suoceri potrebbero non perdonartela).
Un sano orgoglio italiano
Cara Brooke Puddu (non capisco quale sia il nome e il cognome e quindi li inserisco entrambi ndr.), non ti devi sentire triste perché i tuoi sforzi per preservare la sacralità dei valori italiani ti sembrano insufficienti. Continua a muso duro, insieme ai tuoi figli Stephanie, Rick e Sheila, e al tuo settimo marito Ettore a praticare orgogliosa l’amore e la fedeltà coniugali.

 

La tua Lady Eva
La tua Lady Eva

Nessun contagio e meno macchie

Cara Emilia,

ti ringrazio per i tuoi complimenti e per i tuoi suggerimenti su come smacchiare la tovaglia dagli orribili aloni di Krug Clos D’Ambonnay (riferirò alla mia amata Serenella). Continua a seguire la mia rubrica su www.mockupmagazine.it.

Torniamo al tuo problema: non ti preoccupare per le cose scritte su Libero. Capisco le tue perplessità, ma tuo marito Vincenzo può continuare a usarlo per la sua attività di meccanico. Stendendolo sotto le auto in riparazione, la carta porosa, infatti, non permetterà all’olio di macchiare il pavimento della sua officina. Il fatto di usarlo non implica alcun contagio.

La tua Lady Eva

 

Tags: , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>