MENU
Best Fairy Tales du Hans Christian Handersen (Macmillan Collector's Library)

Piccoli tesori della Macmillan

Silvana Stremiz. Un cuore, una passione e una vita - www.mockupmagazine.it

Silvana Stremiz. Un cuore, una passione e una vita

Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono (Sperling & Kupfer) - recensione su www.mockupmagazine.it

14 aprile 2017 Comments (0) Views: 439 Letteratura

Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono

Autore australiano, originario del Perù con un trascorso di vita negli Stati Uniti, appassionato di surf e sostenitore delle battaglie ecologiste per la salute degli oceani, Sergio Bambarén è autore di bestseller come Il Delfino (Sperling & Kupfer, 1992), ormai un classico, e Beati i sognatori (2016).

Sergio Bambarén (All rights reserved)

 

Quando vivi seguendo i tuoi sogni, il tempo vola e io ancora stento a credere che siano già trascorsi tre anni da quando Chiqui è entrata nella mia vita e nel mio cuore.

 

 

Dalla sua penna il piccolo volume Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono (Sperling & Kupfer), che narra la storia di Chiqui, “una piccola volpe – sostiene l’autore – che è entrata nella mia vita quando decisi di lasciarmi alle spalle i ritmi frenetici di una società che sentivo sempre più estranea”. Accanto alla “piccola” protagonista, non è infatti un caso il suo nome, amici simbolo di Pachamama, la Grande Madre violentata e trascurata, come il granchio, il formichiere, il delfino e l’usignolo.

Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono (Sperling & Kupfer)

Storia della piccola volpe che mi insegnò il perdono (Sperling & Kupfer)

È l’autore a introdurre il breve racconto: “Chiqui mi ha permesso di condividere il suo mondo, i suoi amici, e quello che ho imparato seguendola e scoprendo ciò che lei conosceva, e io ignoravo, mi ha dato la spinta per imbarcarmi in una nuova, grande avventura: dedicare tutte le mie energie a difendere chi non può farlo da solo e a diffondere tra i miei simili la consapevolezza del danno che stiamo arrecando alla nostra casa comune, la Terra”.

Con il suo stile elegante, asciutto ma non privo di un’aggettivazione importante e colorata, Bambarén ricorda Paulo Coelho e ancora più da vicino Sepulveda. Lo ameranno soprattutto i bambini, i lettori di Mauro Corona e gli amanti di opere brevi e significative.

Un’opera che rappresenta l’unico risveglio possibile per una società smarrita.

By Matteo Tuveri

Tags: , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>