MENU
Anonimo bolognese, Ritratto di Antonio Vivaldi 1723, Civico Museo Bibliografico Musicale, Bologna

Le 8 stagioni di Vivaldi e Piazzolla

I tesori della Cina Imperiale, Palazzo Venezia 2015-2016

La Cina Imperiale a Roma. Eleganza e dialogo.

Giovanni Columbu, Legione è il mio nome, poichè siamo molti, 2014, acrilico su carta, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città

13 agosto 2015 Comments (0) Views: 2238 Arte contemporanea, Arti, Arti applicate, Cinema, Fotografia, Luoghi, Pittura, Spettacolo

Il disegno del cinema e le piccole cose perfette

Il disegno del cinema, Palazzo di città, Cagliari, locandina

Il disegno del cinema, Palazzo di città, Cagliari,

Esistono a volte nel mondo alcune piccole cose perfette la cui piccolezza, constatata l’accuratezza e la precisione, sia formale, sia contenutistica, ne sancisce l’effettiva grandezza.

È il caso della mostra Il disegno del cinema, allestita a Cagliari (fino al 27 settembre, ma ne auspichiamo una proroga) e curata da Giovanni Columbu, Anna Maria Montaldo e Giona A. Nazzaro, in collaborazione con la Fondazione Sardegna Film Commission, che mette in mostra i disegni, i dipinti, gli appunti visivi e le fotografie di quattordici maestri del cinema italiano testimoniando il percorso creativo che accompagna la realizzazione dei loro film.

La location è quella dell’antico Palazzo di Città, prospiciente il Palazzo regio, con i suoi soffitti a cassettoni e i suoi angoli che, complice un buon restauro, emergono improvvisi a stupire il visitatore.

Ma quello che più stupisce della mostra sono intenti e contenuti. Gli intenti partono dalla fucina di confronti e spunti artistici dei Musei Civici (Galleria Comunale, Museo d’arte siamese Cardu e Palazzo di città), che chi scrive segnala come fra gli ambienti più eleganti nell’Europa del sud, i quali per eccellenza incarnano l’anima di una Cagliari Capitale della cultura italiana 2015.

Makinarium, Studio per Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, 2014

Makinarium, Studio per Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, 2014

I contenuti sono palpabili quando nelle sale si rivelano disegni, bozzetti e dipinti di artisti del cinema che evidenziano come nessuna arte, come nessuna cultura, si possa dire isolata dalle altre. Le bozze per Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, tratto da Lo cunto de li cunti, i dipinti di Marco Bellocchio (i più vibranti Pesce rosso e Bambino con gatto) e le mappe fotografiche di Mario Martone per L’amore molesto, fanno eco a piccoli capolavori di artigianato e scenografia come le opere degli effettisti di Makinarium che riproducono nei minimi dettagli, sempre per Il racconto dei racconti di Garrone, il carretto per la favola del re e della pulce, o i fogli dell’album da lavoro per Meraviglioso Boccaccio dei fratelli Taviani, a opera di Lina Nerli Taviani, in cui figurino di moda, schizzo e scelta del tessuto danno origine agli abiti di scena.

A Cagliari, dunque, non si celebra il cinema fine a se stesso, ma quella settima arte che nasce come frutto di collaborazione e confronto con le altre sei. E si celebra con uno storytelling arguto in cui regia, letteratura, sceneggiatura, pittura, disegno e arti applicate sì fondono con gli spazi espositivi che rimangono possenti, ma neutrali, per dare spazio alle opere. Un ideale campo di confronto fra le arti.

Finalmente una mostra intelligente e raffinata.

By Matteo Tuveri


GALLERIA

  • Carlo S. Hintermann, Studi per l'animazione di The dark side of the sun, 2014, Concept Lorenzo Ceccotti, Backround Maria Chiara Di Giorgio riproduzioni fotografiche, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
    Carlo S. Hintermann, Studi per l'animazione di The dark side of the sun, 2014, Concept Lorenzo Ceccotti, Backround Maria Chiara Di Giorgio riproduzioni fotografiche, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
  • Giovanni Columbu, Legione è il mio nome, poichè siamo molti, 2014, acrilico su carta, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
    Giovanni Columbu, Legione è il mio nome, poichè siamo molti, 2014, acrilico su carta, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
  • Lina Nerli Taviani, Fogli dell'album da lavoro per Meraviglioso Boccaccio, 2014, tecnica mista su carta, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
    Lina Nerli Taviani, Fogli dell'album da lavoro per Meraviglioso Boccaccio, 2014, tecnica mista su carta, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
  • Makinarium, Studio per la carrozza della pulce per la Favola della pulce, Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
    Makinarium, Studio per la carrozza della pulce per la Favola della pulce, Il racconto dei racconti di Matteo Garrone, il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
  • Marco Bellocchio, Bambino con gatto, 1953-59, olio su tela e faesite, Il disegno del cinema, Cagliari, palazzo di città
    Marco Bellocchio, Bambino con gatto, 1953-59, olio su tela e faesite, Il disegno del cinema, Cagliari, palazzo di città
  • Mario Martone, Mappe fotografiche per L'amore molesto, 1995, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
    Mario Martone, Mappe fotografiche per L'amore molesto, 1995, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
  • Michelangelo Frammartino, bozzetti per la cineinstallazione Alberi, 2013, acquarello e inchiostro su carta, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
    Michelangelo Frammartino, bozzetti per la cineinstallazione Alberi, 2013, acquarello e inchiostro su carta, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
  • Pietro Marcello, Studio per Bella e perduta, 2015, inchiostro e acquarello su cartoncino, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città
    Pietro Marcello, Studio per Bella e perduta, 2015, inchiostro e acquarello su cartoncino, Il disegno del cinema, Cagliari, Palazzo di città

 

Tags: , , , , , , , , ,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>